mercoledì 14 maggio 2014

Romani 8:26-27: Lo Spirito Santo intercede per i santi secondo la volontà di Dio.

Romani 8:26-27: Lo Spirito Santo intercede per i santi secondo la volontà di Dio.
…ma lo Spirito intercede per noi con sospiri ineffabili; e colui che esamina i cuori sa quale sia il desiderio dello Spirito, perché egli intercede per i santi secondo il volere di Dio.

I sospiri ineffabili dello Spirito Santo non sono espressi a parole in quanto non necessitano di esserlo dal momento che c’è una comunicazione e una conoscenza  profonda all’interno della Trinità! 
Dio conosce i cuori dei cristiani, infatti “santi” (hagion) si riferisce a tutti i cristiani. Tutti coloro che credono in Gesù Cristo e al suo sacrificio in croce e si sono pentiti dei loro peccati (1 Corinzi 1:2,30; Ebrei 10:10-14).
“Esamina” (ereunōn) è cercare di scoprire, scandagliare, è un’approfondita indagine (Giovanni 5:39; 7:52; Romani 8:27; 1 Corinzi 2:10; 1 Pietro 1:11; Apocalisse 2:23) e di conseguenza conoscere. “Cuore” (kardia) denota la sede della vita interiore, nascosto da occhi umani, il centro dove sono radicati i desideri, i valori e le motivazioni, quindi il centro della vita emozionale, intellettuale e volitiva.                  
Dio conosce i segreti che sono nel cuore degli esseri umani. Questa verità la leggiamo diverse volte nella Bibbia (1 Samuele 16:7; 1 Re 8:37-39:37;  Salmi 7:9; Atti 1:24,ecc.).
Vi è anche una conoscenza profonda reciproca tra Dio e lo Spirito Santo! Dio conosce i desideri anche dello Spirito Santo. “Desiderio” (phronēma) è il pensiero riflessivo, l’intenzione, ciò che lo Spirito Santo ha in mente (Cfr. Romani 8:6). Dall’altra parte lo Spirito Santo conosce il volere di Dio. Lo Spirito Santo, essendo lo Spirito di Dio conosce bene la volontà di Dio e quindi intercede secondo la volontà di Dio (1 Corinzi 2:10-11). “Secondo” (katá) indica in conformità in armonia con la volontà di Dio, oppure in modo come Dio vuole. 
Poiché la volontà dello Spirito Santo e quella del Padre sono identiche, ovviamente lo Spirito Santo e il Padre conoscono entrambi i desideri, il Padre conosce i desideri dello Spirito e lo Spirito conosce i desideri del Padre tanto da intercedere secondo la volontà di Dio Padre. 
Anche se le parole dello Spirito non sono espresse, il Padre conosce ciò che lo Spirito sta pensando. Questa è un'affermazione interessante circa l'Onniscienza del Padre e l'intimità all'interno della Trinità.         
Anche se i credenti non sanno cosa dire in preghiera, lo Spirito prega per loro secondo la volontà di Dio. Pertanto l’intercessione dello Spirito Santo è efficace perché c’è una totale e profonda armonia, tra lo Spirito Santo e Dio Padre.         
Dio conosce l’intenzione dello Spirito Santo senza che questa debba essere espressa con chiarezza. Questi sospiri hanno un contenuto profondo, sono delle richieste divine per il benessere spirituale di ogni credente. 
In un modo per noi incomprensibile, questi sospiri sono una comunicazione all’interno della Trinità. Le nostre preghiere sono piene di errori e mancanza di buon senso, a volte, ma lo Spirito li prende e li presenta come dovrebbero essere davanti a Dio, le rende secondo la sua volontà. Grazie Signore per l’intercessione dello Spirito Santo.