Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2021

Giacomo 4:8: La conseguenza dell’avvicinarsi a Dio

  Giacomo 4:8: La conseguenza dell’avvicinarsi a Dio “Avvicinatevi a Dio, ed egli si avvicinerà a voi”. Di grande importanza è la risposta immediata e di grazia di Dio per coloro che si avvicinano a Dio. Se il peccatore si avvicina a Dio, Dio non sarà insensibile, Dio si avvicinerà al peccatore che si pente! (avvicinerà – engiei - futuro attivo indicativo). Questa meravigliosa promessa ci parla della grazia di Dio (cfr. Giacomo 4:6), la grazia di Dio restaura di nuovo la comunione dei cristiani. Come il padre del figliol prodigo (Luca 15:22-24), Dio è sempre pronto ad accogliere coloro che si ravvedono. Meravigliosamente, per quanto una persona possa essere lontana, o si è allontanata da Dio, dobbiamo sapere e credere che quando una persona torna, o ritorna a Dio, il suo rapporto con Dio è ristabilito, Dio perdona i nostri peccati.

Giacomo 4:8: Avvicinatevi a Dio!

  Giacomo 4:8: Avvicinatevi a Dio! "Avvicinatevi a Dio”. Continua ancora l’esortazione di Giacomo basato sulla sua preoccupazione per la vita spirituale dei suoi lettori. Il loro comportamento mondano, descritto molto bene nei versetti precedenti (Giacomo 3:14-4:1-5), li ha allontanati da Dio.  Ma cosa significa avvicinatevi a Dio?  Avvicinatevi a Dio indica la comunione. “Avvicinatevi” esprime l’azione positiva di avvicinarsi a Dio in contrasto con l’azione negativa del versetto precedente di resistere al diavolo. “Avvicinatevi a Dio” ricorda il rapporto dei servi di Dio che devono avere con Lui. “Avvicinatevi a Dio” ricorda ancora, l’idea dell’Antico Testamento di un sacerdote, o di Mosè che si avvicinano al Signore come menzionato in diversi versetti (Esodo 19:22; 24:2; Levitico 21:21, 23; Deuteronomio 16:16; Isaia 29:13; 58:2, 65:5; Ezechiele 40:46,Cfr. Ebrei 4:16; 7:19). Ricorda anche, le molte promesse profetiche che indicavano la conversione del popolo (2 Cronache 15:2-4; L

Apocalisse 1:8 Il Signore è l’Alfa e l’Omega.

 Il Signore è l’Alfa e l’Omega (Apocalisse 1:8) In questi tempi di pandemia, ci sono tanti aspetti di Dio che ci possono confortare, ce ne uno in modo particolare “il Signore Dio è l’Alfa e l’Omega”.Il libro dell'Apocalisse usa la frase “l’Alfa e l’Omega” come auto-designazione di Dio (Apocalisse 21:6) e come auto-designazione di Gesù (Apocalisse 22:13); alcuni studiosi pensano che in Apocalisse 1:8 si riferisca a Gesù, e sembrerebbe questo, perché è lui che ritornerà.Comunque sia rimane Apocalisse 22:13 in riferimento a Gesù, e questo indicherebbe la Sua divinità, perché “L’Alfa e l’Omega” si riferisce anche a Dio (Apocalisse 21:6).È significativo che “Alfa e Omega” si trovi solo nell’Apocalisse. Ma c’è uno sfondo nell’Antico Testamento in Isaia (Isaia 44:6; 48:12). In Isaia 44:6 leggiamo: “Così parla il SIGNORE, re d'Israele e suo salvatore, il SIGNORE degli eserciti: Io sono il primo e sono l'ultimo, e fuori di me non c'è Dio”. Questo versetto sottolinea l’eterna tra