domenica 31 marzo 2013

Non è idolatria adorare Gesù come Dio?


Non è idolatria adorare Gesù come Dio?
C.S. Lewis riguardo la divinità di Gesù affermò: “Sto cercando d’impedire che qualcuno dica  del Cristo quella sciocchezza che spesso si sente ripetere: -Sono pronto ad accettare Gesù come un grande maestro di morale, ma non accetto la sua pretesa di essere Dio-”  
La storia ha visto molte volte il fenomeno che moltitudini di persone hanno adorato un uomo, che hanno ricevuto le sue parole come verità assoluta e i suoi comandi come legge assoluta.  Se Gesù fosse solamente un uomo, certamente sarebbe assurdo e anche blasfemo adorarlo. 
Egli non meriterebbe nemmeno di essere onorato, ma siccome Gesù era veramente ciò che diceva di essere, cioè Dio allora è giusto adorarlo. Gesù rivendicava l’autorità di rimettere i peccati (Marco 2:5-7), autorità che ha solo Dio (Isaia 43:25). Gesù stesso non rifiutava l’adorazione (Matteo 28:17), in cielo è adorato insieme al Padre (Apocalisse 5:9-13). 
Gesù affermava di essere Dio: “Chi ha visto o me ha visto il Padre.” (Giovanni 14:6). Gesù dichiarava di essere uguale al Padre Giovanni 5:17-18, che esisteva prima della nascita di Abramo, (la preesistenza e l’eternità prima della creazione Giovanni 8:58; Michea 5:1). 
Gesù ha detto in Giovanni 8:12: "Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita". Giovanni  14:6: "Gesù gli disse: 'Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me'". Matteo 24:35: "Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno". Queste e molte altre affermazioni uniche, che nessun uomo ha mai dette, fece Gesù. Se tali dichiarazioni fossero state fatte da qualsiasi altro uomo, immediatamente sarebbe stato bollato come un pazzo o un bugiardo, ma Gesù Cristo è niente di tutto questo. 
Da duemila anni, Lui è la Luce del mondo e le Sue parole non sono passate! Milioni di persone di tutti i tempi e culture, di tutti i livelli sociali, lo hanno accettato come Salvatore e Signore, sperimentando ciò che Lui ha detto e riconoscendo la verità delle Sue affermazioni.  
Inoltre il Nuovo Testamento afferma che Gesù è Dio (Giovanni 1:1-3,14-18; 20:28, Tito 2:13); il Creatore (Giovanni 1:1-3); il Sostenitore di tutte le cose (Colossesi 1:17),  l’Immagine dell’invisibile Dio (Colossesi 1:15); lo Splendore della gloria di Dio, l’Impronta della Sua essenza (Ebrei 1:1-8), questi sono motivi per adorarlo,perché è della stessa natura di Dio Padre. Infine, Egli solo fra tutti gli uomini che sia mai vissuto, ha vinto la morte, infatti Gesù è risuscitato dai morti come affermato nel Nuovo Testamento più volte. 
Le prove che Gesù è veramente risorto dai morti sono schiaccianti e questo più di ogni altra cosa dimostra la Sua divinità e la Sua unicità (Matteo 12:40; Giovanni 2:19-21; Marco 16:1-14; Romani 1:4,ecc.)
“Il potere di risorgere dalla morte è il segno che Lo distingue non solo da tutti gli altri capi religiosi, ma da chiunque altro sia mai vissuto in questo mondo.” 
Quindi, anche se Gesù è stato certamente un vero uomo, anzi l'unico uomo perfetto in tutta la storia, era anche Dio, la seconda Persona della Trinità eterna, pertanto non è sbagliato adorarlo, non è idolatria! 

Bibliografia.

Henry M. Morris and Martin E. Clark, The Bible Has the Answer,  1976, 1987 by Master Books, Inc. Database , WORDsearch Corp. 2007

Josh McDowell, Più che un falegname, Edizioni centro biblico, Casoria NA,1997.

Josh MacDowell e Don Stewart, Risposte alle domande spinose degli atei, edizioni centro biblico,Casoria, NA, 1993.