Passa ai contenuti principali

Dio comè? Terza parte.


Dio com’è? (Terza parte).
Dio si è rivelato in maniera tale da rendere possibile attribuirgli determinate qualità e caratteristiche, ma dobbiamo fare attenzione al fatto che non lo possiamo scatolare in concetti! Dio è Infinito!

Dio è amore (1 Giovanni 4;8,16).
Dio non è semplicemente amorevole, Egli è l'amore stesso, la personificazione dell'amore perfetto, il che implica una responsabile e fedele dedizione verso il benessere delle sue creature. Egli ama indipendentemente dalla reazione nel ricambiare da parte dell’uomo, oggetto del Suo amore. L’amore di Dio è incondizionato! (Romani 5:8). L’amore è l’espressione del sacrificio e della donazione di se stessi; ricerca il bene dell’altro. L’amore di Dio è concreto, la Sua massima espressione si trova con la croce di Cristo, nel perdonare i peccati degli uomini che credono in Cristo e si pentono dei loro peccati.  
L’amore di Dio non si può misurare! Ma come ha detto qualcuno: la vera misura dell'amore di Dio è che egli ama senza misura! (Efesini 3:18-19).


Dio è misericordioso. 
Il Dio misericordioso "non ci tratta secondo i nostri peccati, e non ci castiga in  proporzione alle nostre colpe" (Salmi 103:10).
Shenton: ” La misericordia è la bontà di Dio, unita ad un sentimento di pietà, la quale è estesa agli oppressi e ai sofferenti, senza tener conto dei loro meriti. Essa presuppone il peccato e si muove per alleviare la miseria che deriva dal peccato. In altre parole, la misericordia divina va incontro all'umanità sofferente e colpevole, e porta Dio ad aver compassione dei miserabili e a liberarli dalle tribolazioni”.
La misericordia di Dio è abbondante (Giacomo 5:11; Efesini 2:4) e eterna, si stende di generazione in generazione su quelli che lo temono" (Luca 1:50; cfr. Salmi 103:17).

Dio è paziente. (Romani 2:4).
O.J. Gibson: "La Sua autoimposta limitazione di atti, che altrimenti potrebbero ben essere effettuati, è una qualità che si addice a chi possiede un gran potere".

La pazienza di Dio ha due aspetti: 
1)La sopportazione di ciò che è spiacevole.
Quindi sopportare i malvagi e aspettare così a lungo prima di punirli. Dio ha il pieno controllo su se stesso: non è sottoposto alle passioni, come lo sono gli uomini, bensì egli può contenere la sua ira di fronte a delle provocazioni che prevedrebbero di esercitarla (Atti 13:18; Romani 9:22).

2) La perseveranza nel ricercare il bene per le sue creature (2 Pietro 3:9).
"Non vi è alcun attributo divino più bello che la pazienza di Dio". (John Benton)

Dio è generoso.
Dio è il più grande di tutti i donatori e lo ha dimostrato nel dono supremo di Suo Figlio Gesù Cristo (Giovanni 3:16).
Dio da generosamente e senza rinfacciare (Giacomo 1:5).
Malachia 3:10: "……… vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla".

Dio è grazia.
La grazia è un atteggiamento favorevole verso i peccatori, il favore concesso con generosità a chi non possiede alcun merito per ottenerlo. È l'esercizio dell'amore verso chi è in posizione inferiore e di dipendenza, che può essere chiamato "favore immeritato". Dio prende l'iniziativa e si adopera per comunicare i suoi favori e le sue benedizioni alle sue creature. Egli si abbassa per abbracciare i miseri e i meno amabili, e per concedere benefici agli ingiusti.
La grazia di Dio è gratuita. La grazia divina non può essere comprata, vinta o reclamata di diritto. Non può essere guadagnata attraverso opere religiose e spirituali, né può essere procurata da qualche eccellenza umana (Romani 11:6).
La grazia è l'amore divino gratuitamente mostrato ai peccatori colpevoli, che meritano solo la  dannazione eterna. "Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù" (Romani 3:23-24).

Dio è fedele (1 Corinzi 1:9).
La fedeltà è che in Dio che garantisce che egli non potrà mai essere o agire in contraddizione con se stesso (2 Timoteo 2:13).
Dio non cesserà mai di essere ciò che è e che Egli è. Tutto ciò che Dio dice o fa deve essere in accordo con la Sua fedeltà. Egli sarà sempre fedele a se stesso, alla sua opera e alla sua creazione. Questo significa anche che Dio mantiene le sue promesse. A causa del suo potere illimitato e capacità, non avrebbe mai potuto impegnarsi a fare qualcosa di cui si sarebbe poi rivelato incapace. 
(2 Corinzi 1:18-22). Dio mantiene la parola data e perciò possiamo fidarci di Lui (Numeri 23:19).

Sei sconfortato? Amareggiato? Ti mancano le forze? Guarda a Dio? Guarda alla croce! Guarda Gesù! Abbi fede!Dio ha accumulato tutto in Gesù, tutte le benedizioni di Dio sono solo in Gesù! (Efesini 1:3).

Domande.
1)Descrivi brevemente l’amore di Dio?
2)Che cosa significa che Dio è paziente?
3)Cosa significa che Dio è fedele?


Bibliografia.
Erickson, M. J. Christian theology (2nd ed.) Grand Rapids, Mich.: Baker Book House. 1998

John Blanchard, Complete Gathered Gold, Evangelical Press 2006, WORDsearch. 

O.J. Gibson, I principi della dottrina cristiana, Diffusione della letteratura Cristiana, 1989.

Shenton, T. Our Perfect God: A Summary of the Attributes of God, One Publications Day, Leominster, UK,2005.


Post popolari in questo blog

La pagliuzza e la trave (Matteo 7:3-5).

La pagliuzza e la trave (Matteo 7:3-5). “Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo?  O, come potrai tu dire a tuo fratello: "Lascia che io ti tolga dall'occhio la pagliuzza", mentre la trave è nell'occhio tuo?  Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello”. Verso la fine del 1800 l’astronomo più illustre del mondo, Sir Percival Lowell, era certo c'erano che vi erano canali su Marte. Con il suo telescopio gigante in Arizona, osservava Marte, e vedeva dei canali. Egli era convinto che questi fossero la prova di vita intelligente sul pianeta rosso, forse una razza più antica, ma più saggia di umanità. Le sue osservazioni avevano guadagnato ampia accettazione e nessuno osava contraddirlo. Da quel momento le sonde spaziali hanno orbitato Marte e sono sbarcate sulla sua superficie. L'intero pianeta è stato ma…

Luca 9:62: Seguire Gesù è impegno e concentrazione.

Luca 9:62: Seguire Gesù è impegno e concentrazione. "Ma Gesù gli disse: 'Nessuno che abbia messo la mano all'aratro e poi volga lo sguardo indietro, è adatto per il regno di Dio'". 
Gesù ha pronunciato queste parole per mettere in guardia una persona, che aveva interesse a seguirlo, ma che voleva andare a salutare prima i suoi familiari. Gesù mette in chiaro che nel regno di Dio non c’è posto per chi guarda indietro, ma è chiamato a guardare a quello che sta facendo. Se il contadino vuole tracciare un solco dritto e fare così un lavoro buono e completo, non può permettersi di guardare indietro, deve essere concentrato nel solco che sta facendo e guardare avanti senza distrazioni se non vuole fare mezzo lavoro. Chi arava e guardava indietro lasciava un solco a zig zag e una parte del terreno non arato!

Galati 4:19: Cristo formato in voi!

Galati 4:19: Cristo formato in voi! “Figli miei, per i quali sono di nuovo in doglie, finché Cristo sia formato in voi”.
Molte persone che si dicono cristiane, la loro crescita spirituale può essere paragonata a stare seduti su un cavallo a dondolo che non va da nessuna parte: si muove, ma non fa passi avanti! Paolo soffriva per la condizione spirituale dei cristiani della Galazia, come una donna in doglie. La sua sofferenza era che Cristo non era ancora formato in loro. Il verbo “sia formato”, era una parola che si riferiva al processo mediante il quale l’embrione di un bambino si sviluppa nell'utero della madre. “Cristo sia formato in voi” indica che Gesù deve crescere in un vero cristiano, e questo si riferisce al carattere di Gesù Cristo (cfr. 2 Corinzi 3:18; Efesini 4:21-24; Colossei 3:9-11).