giovedì 18 aprile 2013

Ispirazione del Nuovo Testamento


Ispirazione del Nuovo Testamento 
Per la definizione, teorie, prospettiva biblica si può vedere l’ispirazione dell’Antico Testamento.
Gli scrittori del Nuovo Testamento sono stati guidati dallo Spirito Santo.
La Bibbia è Parola di Dio e parola di uomo sono fondamentalmente interconnesse. Dio ha voluto parlarci attraverso l’uomo (2 Pietro 1:21). Proprio come Gesù Cristo è veramente Dio e vero uomo, ma non è divisibile in due persone, ma rimane così il Figlio di Dio, così la Scrittura è allo stesso tempo la Parola di Dio e parola dell'uomo, gli uomini furono ispirati da Dio, cioè Dio guidava gli scrittori della Bibbia a trasmettere la rivelazione di se stesso in forma scritta senza errori (2 Timoteo 3:16), così i 27 libri del Nuovo Testamento sono stati scritti da uomini ispirati dallo Spirito Santo. 
Gesù aveva promesso che lo Spirito Santo avrebbe guidato gli scrittori del Nuovo Testamento.

All'inizio del suo ministero Gesù ha scelto una dozzina di uomini, li fece Suoi  discepoli e tranne uno Giuda,  hanno portato avanti il Suo insegnamento. Gesù non ha scritto il Suo insegnamento, non ha lasciato una dispensa ai discepoli, ma in diverse occasioni nel Nuovo Testamento troviamo scritto la promessa che gli apostoli sarebbero stati guidati dallo Spirito Santo nella loro testimonianza o predicazione e, quindi anche nello scrivere. 

Noi vediamo la promessa:
1. Quando i dodici sono stati commissionati a predicare il regno dei cieli. 
Matteo 10:17-20: "Guardatevi dagli uomini; perché vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per servire di testimonianza davanti a loro e ai pagani. Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non preoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire; perché in quel momento stesso vi sarà dato ciò che dovrete dire.  Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi". (Cfr. Luca 12:11-12). 

2.  Quando Gesù ha autorizzato i settanta a predicare il regno di Dio. (Luca 10:9). 
Poi ha aggiunto  mostrando che aveva dato loro appunto autorità apostolico.  Luca 10:16: "Chi ascolta voi ascolta me; chi respinge voi respinge me, e chi rifiuta me rifiuta Colui che mi ha mandato".

3. Quando nel discorso sul monte degli ulivi Gesù ribadisce ancora la promessa della guida dello Spirito Santo.
 Marco 13:11: "Quando vi condurranno per mettervi nelle loro mani, non preoccupatevi in anticipo di ciò che direte, ma dite quello che vi sarà dato in quell'ora; perché non siete voi che parlate, ma lo Spirito Santo".

4. Dopo l’ultima cena.
Gesù aveva promesso agli apostoli che dopo la Sua morte e resurrezione sarebbe venuto su di loro lo Spirito Santo, lo Spirito di Verità e avrebbe insegnato loro ogni cosa e ricordato tutto ciò che Gesù aveva insegnato loro, avrebbe testimoniato di Gesù e li avrebbe guidati in tutta la verità e avrebbe rivelato loro le cose avvenire (Giovanni 14:26; 15:26; 16:12-14). Non è perciò sbagliato dire che Gesù, la figura centrale del Nuovo Testamento, voleva rivelare e preservare in forma scritta quello che noi chiamiamo Nuovo Testamento e questo appunto lo avrebbe fatto tramite uomini, ma guidati dallo Spirito Santo.

5. Nel grande mandato Gesù promette la guida e il sostegno.
Luca 24:44-49: "Allora aprì loro la mente per capire le Scritture e disse loro:  'Così è scritto, che il Cristo avrebbe sofferto e sarebbe risorto dai morti il terzo giorno, e che nel suo nome si sarebbe predicato il ravvedimento per il perdono dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme.  Voi siete testimoni di queste cose. Ed ecco io mando su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi, rimanete in questa città, finché siate rivestiti di potenza dall'alto'".
Così anche in Matteo 28:18-20 Gesù promette che sarebbe stato con  loro:  "E Gesù, avvicinatosi, parlò loro, dicendo: «Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo,  insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente".

6. Poco prima della sua Ascensione.
Atti 1:8: "Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all'estremità della terra".

Gli scrittori del Nuovo Testamento affermavano di essere stati guidati dallo Spirito Santo.
1. Attraverso il loro messaggio è stata edificata la chiesa.
Gli Atti degli Apostoli è il libro che ci fa vedere come lo Spirito ha operato e insegnato attraverso gli apostoli. Noi vediamo che la chiesa era perseverante ad ascoltare l’insegnamento degli apostoli (Atti 2:42); gli apostoli predicavano la Parola di Dio (Atti 2,4,10); avevano il ministero della Parola (Atti 6:4).  In questo senso la chiesa fu edificata sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, ma Gesù era la pietra angolare (Efesini 2:20). Gesù aveva promesso che lo Spirito Santo li avrebbe guidati (Giovanni 15:26; cfr. Romani 9:1; 1 Corinzi 2:10-13).

2. Il loro messaggio era pari a quello dei profeti.
L’autore dell’epistola agli Ebrei prima afferma che Dio anticamente aveva parlato tramite i profeti, poi per mezzo di Gesù (Ebrei 1:1-2), infine, parla della salvezza, che prima era stata annunziata dal Signore e poi confermata dagli apostoli, mentre Dio stesso aggiungeva la Sua testimonianza con segni e prodigi, con opere potenti di ogni genere e con doni dello Spirito Santo secondo la Sua volontà. (Ebrei 2:3). 
Quindi il messaggio di Cristo, come indicato dai suoi discepoli, è oggi la voce di Dio, così come il messaggio dei profeti era nel tempo passato.  Questa verità viene confermata ancora in 2 Pietro 3:1-2:  "Carissimi, questa è già la seconda lettera che vi scrivo; e in entrambe io tengo desta la vostra mente sincera facendo appello alla vostra memoria, perché vi ricordiate le parole già dette dai santi profeti, e il comandamento del Signore e Salvatore trasmessovi dai vostri apostoli". 
Quindi vediamo come lo Spirito Santo guidava  i profeti e Gesù, ha guidato anche gli scrittori del Nuovo Testamento (2 Timoteo 3:16; 2 Pietro 1:19-21). Agli apostoli e ai profeti del Nuovo Testamento è stato rivelato il mistero del Vangelo che riunifica Gentili e Giudei come ci ricorda Efesini 3:2-5: "Senza dubbio avete udito parlare della dispensazione della grazia di Dio affidatami per voi;  come per rivelazione mi è stato fatto conoscere il mistero, di cui più sopra vi ho scritto in poche parole;  leggendole, potrete capire la conoscenza che io ho del mistero di Cristo.  Nelle altre epoche non fu concesso ai figli degli uomini di conoscere questo mistero, così come ora, per mezzo dello Spirito, è stato rivelato ai santi apostoli e profeti di lui". 

3. Il loro messaggio e poi i loro scritti erano autorità per la chiesa considerati Parola di Dio.
1 Tessalonicesi 2:13: "Per questa ragione anche noi ringraziamo sempre Dio: perché quando riceveste da noi la parola della predicazione di Dio, voi l'accettaste non come parola di uomini, ma, quale essa è veramente, come parola di Dio, la quale opera efficacemente in voi che credete".
2 Pietro 3:14-16: "Perciò, carissimi, aspettando queste cose, fate in modo di essere trovati da lui immacolati e irreprensibili nella pace;  e considerate che la pazienza del nostro Signore è per la vostra salvezza, come anche il nostro caro fratello Paolo vi ha scritto, secondo la sapienza che gli è stata data;  e questo egli fa in tutte le sue lettere, in cui tratta di questi argomenti. In esse ci sono alcune cose difficili a capirsi, che gli uomini ignoranti e instabili travisano a loro perdizione come anche le altre Scritture".
È interessante che il Vangelo di  Luca viene considerato  Parola di Dio da Paolo citando le parole di Luca 10:7 in 1 Timoteo 5:18. 
Le loro lettere dovevano essere lette nelle chiese Colossesi 4:16: "Quando questa lettera sarà stata letta da voi, fate che sia letta anche nella chiesa dei Laodicesi, e leggete anche voi quella che vi sarà mandata da Laodicea". (cfr. 1 Tessalonicesi 5:27).
Questi sono alcuni esempi che dimostrano che gli scrittori del Nuovo Testamento erano guidati dallo Spirito Santo, ma vi riporto allo studio sull’autorità e al canone del Nuovo Testamento per ulteriori approfondimenti.

Conclusione
Gli scrittori del Nuovo Testamento nel loro messaggio orale e scritto erano allo steso livello dei profeti dell’Antico Testamento, erano ispirati, guidati dallo Spirito Santo. Tramite  la predicazione degli apostoli è stata fondata la chiesa. Gli apostoli erano consapevoli della guida dello Spirito Santo, i loro scritti erano considerati Parola di Dio.


Bibliografia
Elwell, W. A., & Yarbrough, R. W. (2005). Encountering the New Testament : A historical and theological survey (Second Edition). Grand Rapids, MI: Baker Academic.

Geisler, N. L., & Nix, W. E. (1996, c1986). A general introduction to the Bible. Includes indexes. Includes a short-title checklist of English translations of the Bible (chronologically arranged). (Rev. and expanded.). Chicago: Moody Press.