martedì 10 gennaio 2017

Esdra 1:1-2: Dio governa le intenzioni degli uomini.

Esdra 1:1-2: Dio governa le intenzioni degli uomini.
“Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché si adempisse la parola del SIGNORE pronunziata per bocca di Geremia, il SIGNORE destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto fece proclamare per tutto il suo regno questo editto: ‘Così dice Ciro, re di Persia: -Il SIGNORE, Dio dei   cieli, mi ha dato tutti i regni della terra, ed egli mi ha comandato di costruirgli una casa a Gerusalemme, che si trova in Giuda’-“.  


Dio è sovrano sulle intenzioni egli uomini! L’intenzione è l’orientamento della coscienza verso il compimento di un’azione. Noi leggiamo che il Signore ha destato lo spirito di Ciro affinché gli costruisse un tempio a Gerusalemme. “Destato” (ʿûr) indica suscitare, risvegliare, mettere in moto. È usato per indicare l’agitare qualcuno, o il sollevare qualcosa o qualcuno ad agire, (Giudici 5:12; Salmo 7:6; 57:8; 59:4; Isaia 51:9; Zaccaria 9:13). Esdra ci dice lo spirito(rûaḥ), in questo contesto, “spirito” denota la sede della conoscenza e della volontà, le attività coinvolte nel pensiero, le attitudini e il processo decisionale, quindi le intenzioni (cfr. Esodo 35:21), in questo caso del re persiano Ciro. Ciro, dopo aver conquistato Babilonia dove si trovava in esilio il popolo giudaico, è mosso da Dio ad agire per mandare il popolo di Dio a costruirgli un tempio. Ora dobbiamo ricordare che Ciro, non faceva parte del popolo di Dio, ma è usato ugualmente da Dio per realizzare il Suo piano: ritornare a Gerusalemme per costruirgli un tempio (Cfr. Isaia 7:20; 10:5-13; Geremia 27:3–7). Dio, dunque ha usato Ciro per riportare i giudei da Babilonia in Giudea (Isaia 44-45; Geremia 51:11; cfr. 1 Cronache 5:26; 2 Cronache 21:16; 36:22; Aggeo 1:14). Il Signore non è solo il Dio di Israele, ma di tutto il mondo; è Lui che ha mosso ad agire Ciro, a decretare il ritorno dei giudei nella loro patria (Cfr. Isaia 41:25; 43:14; 44:28; 45:1, 13 e seguenti).
Ma Dio desta anche lo spirito dei credenti a ritornare in patria come leggiamo in Esdra 1:5:“Allora i capi famiglia di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, tutti quelli ai quali Dio aveva destato lo spirito, si misero in cammino verso Gerusalemme per ricostruire la casa del SIGNORE (cfr. Aggeo 1:14; Giovanni 8:20). Quindi, dietro la decisione di Ciro e il ritorno di andare a Gerusalemme per ricostruire il tempio, c’è la mano di Dio che opera nella volontà dei capi famiglia di Giuda e di Beniamino, dei sacerdoti e dei leviti. Dio suscita i capi e dà loro responsabilità, e opera in altri in modo che partecipano alla Sua opera. Nel capitolo 1 di Esdra come anche nell’intera sezione fino al capitolo 6 viene sottolineata la sovranità di Dio e la sua provvidenza; Dio opera nella storia per compiere la sua volontà. Dio ha preservato il Suo popolo, ha portato gli ebrei di nuovo nella loro terra e ha utilizzato i governanti di altre nazioni per realizzare i suoi scopi.
Quindi Dio è sovrano su tutti, influenza la volontà di quelli che non fanno parte del Suo popolo e la volontà di quelli che fanno parte del Suo popolo! Che grande Dio è il Signore rivelato nella Bibbia! Alleluia!