Matteo 11:28: Il riposo di Gesù.

Matteo 11:28: Il riposo di Gesù.
“Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo”.

Gesù da riposo agli abbattuti che si affidano a Lui. Il v.29 ripete questa verità ed è un’allusione a Geremia 6:16. In Geremia 6 è descritta una situazione di giudizio su Gerusalemme a causa della sua disobbedienza. Così Dio per bocca del profeta invita a fermarsi, a guardare e a domandare sui quali siano i sentieri antichi, la strada buona e a percorrerla, in questo modo chi lo fa, troverà riposo. Gesù vuole dare riposo all’umanità (Geremia 31:25-33; Luca 22:20), ma molti non vogliono camminare nella Sua via! Paradossalmente coloro che prendono il giogo di Cristo su di loro troveranno riposo. Troviamo un contrasto tra l’affaticamento e l’oppressione dei farisei, con il riposo di Gesù. “Riposo” è la cessazione dall'attività faticosa, è tranquillità interiore, sollievo dai guai e dall’ansia correlata, quindi un riposo spirituale. Il riposo non è la ricerca della verità attraverso la religione; non è il pensiero positivo nei piaceri di questo mondo, ma è nel seguire Gesù Cristo.
Coloro che lo seguono troveranno riposo, la libertà dalla colpa per il peccato, la liberazione dalla paura e dalla disperazione, la promessa di un continuo aiuto e la guida dello Spirito Santo. Gesù darà il riposo con la sua presenza in senso di sostegno, aiuto, assistenza (cfr. Esodo 33:13-14). C’è riposo quando Dio è presente nella nostra vita! Così se noi andiamo da Gesù e prendiamo il suo giogo (Matteo 11:29) camminando insieme a Lui, troveremo il Suo riposo! Gesù ci sostiene nella vita cristiana e ci aiuta a viverla secondo come piace a Dio! Ciò che non riusciamo a fare con i nostri sforzi, con Gesù possiamo farcela (Giovanni 15:5; 2 Corinzi 12:7-10;Filippesi 4:13). Gesù ci dà l’aiuto per portare i pesi! Gesù non solo ha portato il peso del nostro peccato, ma ci dona la capacità di obbedire a Dio. Portare il suo giogo e trovare riposo, ci parla del segreto del vivere la vita cristiana, ci parla contro il cristianesimo dell’auto-giustizia, dell’auto-miglioramento per vivere la vita cristiana secondo Dio. Ci parla contro il ricercare la santificazione e il servizio con i solo nostri sforzi, gli sforzi della nostra natura umana peccaminosa, per piacere a Dio (che mai raggiungeremo in questo modo - Galati 3:1-14). Noi troviamo qui una buona notizia: quando ci sottomettiamo a Gesù, Egli dà tutto ciò che ha per noi per piacere a Dio. Gesù è l’unico che sia in grado di vivere una vita perfetta che piace a Dio (Ebrei 4:15; Giovanni 8:29), noi con Lui possiamo fare quello che non siamo in grado di fare da soli. Quindi solo quando lasciamo operare e vivere Gesù in noi, saremo in grado di vincere il peccato e di servire Dio in modo efficace. Gesù ci aiuta nelle nostre lotte con il peccato, nelle nostre battaglie contro la tentazione, e nella nostra sofferenza nelle prove. Gesù Cristo è più che sufficiente per vivere la vita cristiana! Gesù è il nostro riposo!

Commenti

Post più popolari