Passa ai contenuti principali

Galati 4:19: Cristo formato in voi!

Galati 4:19: Cristo formato in voi!
“Figli miei, per i quali sono di nuovo in doglie, finché Cristo sia formato in voi”.

Molte persone che si dicono cristiane, la loro crescita spirituale può essere paragonata a stare seduti su un cavallo a dondolo che non va da nessuna parte: si muove, ma non fa passi avanti! Paolo soffriva per la condizione spirituale dei cristiani della Galazia, come una donna in doglie. La sua sofferenza era che Cristo non era ancora formato in loro. Il verbo “sia formato”, era una parola che si riferiva al processo mediante il quale l’embrione di un bambino si sviluppa nell'utero della madre. “Cristo sia formato in voi” indica che Gesù deve crescere in un vero cristiano, e questo si riferisce al carattere di Gesù Cristo (cfr. 2 Corinzi 3:18; Efesini 4:21-24; Colossei 3:9-11).
“Cristo sia formato in voi” indica che nella sottomissione a Lui possiamo riflettere la Sua immagine e gloria nella nostra vita; quindi avere i Suoi pensieri, i Suoi desideri e aspirazioni, parlare con le parole di Gesù, guardare come guarda Gesù, ascoltare come Gesù, comportarsi come si comporta Gesù. In sintesi: in tutta la nostra vita, in tutto ciò che siamo, o facciamo dobbiamo assomigliare a Gesù, avere le Sue stesse caratteristiche, quindi essere un Suo vero discepolo! Quindi, questo processo di maturità in Cristo non è una semplice conformità esteriore a Cristo, ma una progressiva trasformazione interiore secondo il Suo  carattere. Lo sforzo di cambiare il nostro comportamento senza una trasformazione interiore è ciò che vediamo nel cristianesimo secolarizzato e superficiale contemporaneo nel mondo occidentale. Quando c'è una trasformazione interiore ci sarà anche un cambiamento nel comportamento (Proverbi 4:23; Luca 6:43). Le esperienze spirituali, come quella di Paolo sulla via di Damasco, non costituiscono una formazione spirituale, anche se a volte possono sono importanti per questa, o possono essere delle pietre miliari, o delle svolte decisive per una persona. La somiglianza a Gesù Cristo non avviene dall’oggi a domani, non è una cosa fulminea, non è nemmeno una cosa magica, è un processo lungo e impegnativo, ma i segni in un vero cristiano ci sono! Non è normale che una persona nata di nuovo spiritualmente, che Gesù Cristo non cresca progressivamente in lei; come non è normale che un bambino nasce e rimane piccolo! Una persona rigenerata desidererà essere come Gesù Cristo! (2 Corinzi 5:17; Galati 2:20; Efesini 4:21-24; Colossesi 3:9-11). Ora per la crescita a immagine di Gesù Cristo è fondamentale la volontà, ma attenzione anche se c’è una volontà, la crescita non è automatica, abbiamo  bisogno di capire onestamente ed esattamente cosa deve essere fatto e come la crescita spirituale può essere realizzata, quali sono per esempio i mezzi, o le condizioni che Dio dona affinché lo Spirito Santo possa agire in noi per la nostra crescita.
Inoltre, dobbiamo pensare che la formazione spirituale in Cristo è un processo ordinato, quindi se vogliamo crescere dobbiamo essere disciplinati e dobbiamo umiliarci per accettare i modi che Dio ha scelto per operare in noi. Queste sono chiaramente esposte nella Bibbia.

Commenti

Post popolari in questo blog

La pagliuzza e la trave (Matteo 7:3-5).

La pagliuzza e la trave (Matteo 7:3-5). “Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo?  O, come potrai tu dire a tuo fratello: "Lascia che io ti tolga dall'occhio la pagliuzza", mentre la trave è nell'occhio tuo?  Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello”. Verso la fine del 1800 l’astronomo più illustre del mondo, Sir Percival Lowell, era certo c'erano che vi erano canali su Marte. Con il suo telescopio gigante in Arizona, osservava Marte, e vedeva dei canali. Egli era convinto che questi fossero la prova di vita intelligente sul pianeta rosso, forse una razza più antica, ma più saggia di umanità. Le sue osservazioni avevano guadagnato ampia accettazione e nessuno osava contraddirlo. Da quel momento le sonde spaziali hanno orbitato Marte e sono sbarcate sulla sua superficie. L'intero pianeta è stato ma…

Introduzione alla Bibbia: Necessità

Introduzione alla Bibbia Necessità La Bibbia è ancora attuale oggi? La Bibbia oggi è attuale perché è la Parola di Dio e come tale non passerà mai come dice Gesù: “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno” (Matteo 24:35). Ancora nel Salmo 119:89 troviamo scritto: “Per sempre, SIGNORE, la tua parola è stabile nei cieli”. Infine 1 Pietro 1:24-25 dice: “Infatti, ‘ogni carne è come l'erba, e ogni sua gloria come il fiore dell'erba. L'erba diventa secca e il fiore cade; ma la parola del Signore rimane in eterno’. E questa è la parola che vi è stata annunziata”. Secondo questi versetti la Bibbia è attuale e non passa mai di moda, è importante per l’uomo e il mondo moderno. La Bibbia è l’unica fonte obiettiva della rivelazione che Dio ci ha dato su Se stesso e sul Suo piano per l’umanità.  La Bibbia fa conoscere Dio e la sua volontà, il Suo piano di salvezza per l’uomo attraverso il sacrificio di Suo Figlio, Gesù Cristo, sulla croce e ci aiuta a maturare spi…

Matteo 6:10: Venga il Regno di Dio.

Matteo 6:10: Venga il Regno di Dio. Qualcuno ha detto: “L'unico regno che prevarrà in questo mondo è il regno che non è di questo mondo”.
Questo ovviamente si riferisce al regno di Dio! Il regno di Dio sopravvive alla dissoluzione di tutti i regni e di questo mondo.
Così, la cosa più importante da dire sul regno di Dio è che è il regno di Dio. 
Il regno di Dio è esaltato al di sopra dei regni degli uomini e del regno spirituale ed è infinitamente superiore a loro.
Secondo la testimonianza dei primi tre Vangeli, la proclamazione del regno di Dio era il messaggio centrale di Gesù (Matteo 4:23).
Questo è il secondo soggetto di preghiera del Padre nostro. 
La preghiera “venga il tuo regno” ha due significati.