sabato 19 dicembre 2015

Romani 3:23-25: La morte di Gesù ha soddisfatto l’ira di Dio.

Romani 3:23-25: La morte di Gesù ha soddisfatto l’ira di Dio.
“Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio -  ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue. 

Una dottrina importante della Bibbia è la propiziazione, la morte di Gesù ha propiziato Dio. La propiziazione è stata il motivo principale dell’incarnazione di Gesù.
Noi vediamo che la propiziazione è stata necessaria perché il peccato suscita l’ira di Dio (Romani 1:18; 5:9; Efesini 5:6; 1 Tessalonicesi 1:10; Ebrei 3:11; Apocalisse 19:15). Ora questo testo ci dice che tutti gli uomini hanno peccato, quindi tutti siamo sotto l’ira di Dio.
L’ira di Dio non è altro che la Sua santa reazione al male e la sua ferma opposizione a esso; non è una furia indiscriminata, incontrollata e irrazionale, ma la reazione di un Dio santo e giusto che non è indifferente all’empietà e alla malvagità degli uomini (Romani 1:18). 

La propiziazione è stata fatta da Dio.
In un contesto pagano sono gli uomini che cercano di allontanare l’ira di Dio con meticolose rappresentazioni rituali, o recitando formule magiche, oppure con l’offerta di sacrifici, ma per quanto riguarda la morte di Gesù, l’iniziativa è stata di Dio per la Sua grazia e per la sua misericordia. Noi con i nostri mezzi non siamo in grado di persuadere, calmare o corrompere Dio così che Egli ci possa perdonare. È Dio che ha prestabilito Gesù come sacrificio propiziatorio, Dio lo ha mandato perché era l’unico mezzo per salvarci! Dio non ci ama perché Cristo è morto per noi, Cristo è morto per noi perché Dio ci ama!  L’iniziativa è stata di Dio (cfr. 1 Giovanni 4:10). Era l’ira di Dio ad aver bisogno di essere propiziata, ed è stato l’amore di Dio a fare la propiziazione! La propiziazione non ha procurato la grazia di Dio, ma è venuta dalla grazia di Dio!
La propiziazione calma l’ira di Dio.
Sacrificio propiziatorio (hilastērion) indica che il sacrificio di Gesù placa l'ira di Dio. Per l’obbedienza e per il sacrificio perfetto di Gesù, Dio è stato soddisfatto! (v.25; Efesini 5:2). Dio ha dato suo Figlio per placare la Sua santa e giusta ira per il peccato (Isaia 53:10; Giovanni 3:16,36; Ebrei 2:17; 1 Giovanni 2:2). La croce perciò ci parla di quanto Dio odia il peccato e di come la sua natura è soddisfatta.
Il sacrificio di Cristo è totalmente riuscito, Dio è pienamente soddisfatto, il peccatore può finalmente avere comunione con Lui. Il sacrificio di Gesù non è una proposta per peccatori, ma l’acquisto di una salvezza certa e noi possiamo appropriarci della sua efficacia per mezzo della fede (vv.25-26; vedi anche Romani 3:28; 5:1; Galati 2:16; Filippesi 3:9). Il sangue di Gesù è sufficiente a salvare tutto il mondo (1 Giovanni 2:2), ma si applica solo a coloro che credono.
Hai fede nel sacrificio di Gesù? Hai creduto veramente a tal punto che ti sei affidato a Gesù Cristo per essere salvato dai tuoi peccati e dall’ira di Dio?