lunedì 5 maggio 2014

Giovanni 1:1-3: L’essenza di Gesù.

Giovanni 1:1-3: L’essenza di Gesù.
Nel principio era la Parola, la Parola era con Dio, e la Parola era Dio.  Essa era nel principio con Dio. Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.

Il Padre e il Figlio sono due persone distinte della Trinità, ma sono uno in sostanza e inseparabilmente uniti e indivisibili. Nell’essenza di Gesù vediamo che è Dio, noi leggiamo, infatti: la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. (cfr.vv.14-18).
Dire che il nostro Signore Gesù Cristo era solo un uomo, è una prova dolorosa della perversione del cuore umano, ma non significa che Gesù era un dio piccolo, inferiore come natura a Dio Padre, o una copia falsa, o una imperfetta. Gesù è Dio come il Padre, condivide con il Padre la stessa sostanza, natura (Colossesi 1:15; Ebrei 1:2-3), ma differiscono in persona!  Sono due persone distinte!
Gesù è della stessa sostanza di Dio e quando era sulla terra ha manifestato in modo perfetto il carattere di Dio. Matteo 1:23 parla della profezia di Isaia 7:14 dicendo: «La vergine sarà incinta e partorirà un figlio, al quale sarà posto nome Emmanuele», che tradotto vuol dire: «Dio con noi». L’incredulo Tommaso, non credeva alla risurrezione di Gesù fin quando non avrebbe visto il segno dei chiodi nelle mani e della lancia nel costato, ma appena ha costatato di persona rispose a Gesù dicendo: «Signor mio e Dio mio!» (Giovanni 20:28; cfr. Romani 9:5; Colossesi 2:9; Tito 2:13; 2 Pietro 1:1; 1 Giovanni 5:20).
Quindi Gesù è Dio come il Padre! Questo è dimostrato anche dal fatto che Gesù è il Creatore di tutte le cose (vv.3, 10). La creazione è una dottrina fondamentale della fede cristiana. Ogni altro aspetto della teologia si fonda sulla nostra comprensione di Dio come l'origine di tutta la vita e il ruolo di Gesù Cristo, la Parola nella creazione. La creazione è un’opera di Dio come leggiamo in Genesi 1 che portò all’esistenza dalle particelle subatomiche alle galassie per mezzo della Sua parola creatrice. Notate che prima lo dice in modo positivo: “ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei” e poi lo dice nel la forma negativa: e “senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta”, questo per esprimere e sottolineare la pienezza di questa verità (cfr. Giovanni 3:16;6:50;1 Giovanni 1:5; 2:4; 2:27; 5:12). 
Questa riaffermazione non lascia alcun dubbio, o possibilità di distorcere di ciò che Giovanni ha detto a proposito della creazione, di negare tutto o in parte questa verità, questa riaffermazione è intesa a escludere qualsiasi eccezione. Ogni cosa è stata fatta, creata mediante Gesù (Cfr.1 Corinzi 8:16; Colossesi 1:16-17; Ebrei 1:2).
Ora se Gesù ha creato ogni cosa e l’ha fatto dal nulla, questo indica che:
(1) Non c’è stata un’evoluzione.
(2) Non c’è niente che Gesù non possa fare:Gesù ha un potere straordinario.
(3) Non c’è dubbio della sua divinità: Conferma la sua divinità!
Pertanto Gesù va adorato (Matteo 28:9), e obbedito (Luca 6:46).