martedì 29 aprile 2014

Marco 1:1: Il contenuto del Vangelo.

Marco 1:1: Il contenuto del Vangelo.
Inizio del Vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio. 

Il Vangelo è più di una narrazione di eventi storici, noi vediamo anche la teologia, oltre la storia, vediamo l’identità di Gesù. 
Noi vediamo in primo luogo che Gesù è il Salvatore.
Il nome “Gesù” (Iēsoús) è la forma greca dell’ebraico “Yēshūʿa”  che significa  Dio o il Signore è la salvezza. 
È il nome rivelato dall'angelo a Giuseppe prima che Gesù nascesse, per indicare la natura della Sua missione di salvare il suo popolo dai loro peccati (Matteo 1:21; cfr. Luca 1:31; 2:21). 
Gesù è venuto per salvare ciò che era perduto (Matteo 18:11; Luca 19:10). 
Gesù è il Salvatore del mondo (Giovanni 4:42), l’unico Salvatore (Atti 4:12)
Noi vediamo in secondo luogo che Gesù è il Re.
“Cristo” (Christos) è l'equivalente della parola ebraica Messia (māšîaḥ) che significa Unto. 
Nell’Antico Testamento venivano unti con olio i profeti (1 Re 19:16;Isaia 61:1); i re (1 Samuele 9:16, 10:1; 16:6) e i sacerdoti (Esodo 29:7,21; 40.15; Levitico 4:3,5,16, 6:15). 
L’unzione si trattava della designazione di una funzione, di un ufficio; in questo modo chi veniva unto era legittimato per il compito affidatogli da parte di Dio e veniva messo a  parte, consacrato per servire Dio. 
Gesù è il Messia promesso nell’Antico Testamento (Giovanni 1:41; Giovanni 4:25; 2 Samuele 7:8-16). 
Marco dicendo: “Vangelo di Gesù Cristo”, secondo l’aspettativa dei Giudei, riguardo l’invio da parte di Dio del Messia, vuole sottolineare che Gesù  è il compimento di questa promessa.
Infine in terzo luogo Gesù è il Figlio di Dio.
“Figlio di Dio” fa riferimento al rapporto unico di Gesù con l'unico vero Dio, ed evidenzia le Sue qualità e attività divine nel senso pieno trinitario, è l'affermazione della Sua divinità (cfr. Giovanni 5:18; Isaia 9:6; Matteo 28:18; Giovanni 1:1-4; 8:58; 10:30, 33; 20:28; Romani  9:5; Filippesi 2:6; Colossesi  1:16; 2:9; Ebrei 1:8; Apocalisse 1:8). 
Gesù è l'unico Figlio di Dio, come si è visto nel Suo battesimo (Marco 1:11) e nella Sua trasfigurazione (Marco 9:7). 
 "Figlio di Dio" che è lo è in un modo unico. 
Il Vangelo, quindi riguarda una persona, Gesù Cristo il Figlio di Dio a cui noi siamo chiamati a dare adorazione e onore perché è di natura divina (Matt.28:9,17; Giovanni 1:1-4; 5:22; 20:28;Colossesi 2:9,ecc.), obbedienza (Matteo 17:5) e cercare di assomigliare (Matteo 10:24; Giovanni 13:15-17; Efesini 4:13).           
Gesù è il Signore a cui dobbiamo essere sottomessi quotidianamente (Luca 6:46). Noi lo siamo veramente?